Dipinti

Descrizione del dipinto Sandro Botticelli "Primavera"


Nel dipinto "Primavera", tre direzioni inestricabili tra loro hanno trovato il loro posto. Queste sono le direzioni nello stile di sviluppo della scienza, della filosofia e dell'arte. Stile cortese e pomposo, spesso in questo stile a quel tempo venivano rappresentati gli amanti.

Lo stile antico nella foto è rappresentato da motivi tratti dai miti dell'antica Grecia, così come dai loro personaggi. Lo stile cristiano è rappresentato dall'immagine della Madonna, che con la sua mano sembra benedire tutti.

A destra c'è il vento dell'ovest - Zefiro, che rapisce la ninfa greca Clorida, il signore dei campi e dei fiori. Sul lato sinistro troverai tre grazie, che con la loro presenza personificano la castità, il piacere e l'amore nell'unità. Mercurio, immerge lo spettatore nei ricordi dei miti di Parigi, che ha donato la mela alla dea. I Greci avevano questa dea Afrodite e i Romani Venere. Nella foto, cammina delicatamente su erbe e fiori. e sopra la testa della dea c'è un piccolo cupido che punta su una delle grazie.

Madonna è raffigurata per un motivo. Dopo tutto, lei, come altre dee, era ridotta al volto dei santi e per i cristiani è una dea. Per l'artista, è l'immagine di una donna ideale e una bella signora, la cui immagine ispira artisti e poeti.

Nella foto, l'artista chiarisce che le diverse epoche dell'arte non differiscono sostanzialmente l'una dall'altra, ma si trasformano gradualmente in nuove immagini ed eroi di miti e leggende. Non prestando attenzione al fatto che il cristianesimo e la fede pagana sono mescolati nella foto, l'artista difende ostinatamente il diritto all'esistenza di varie direzioni e punti di vista.

L'immagine stupisce con la sua armonia e tranquillità, calore e flussi d'amore, come se i cupidi mandassero davvero le loro frecce nel cuore di coloro che sono caldi e attenti all'arte. Voglio studiare ogni angolo e arricciarmi a lungo e instancabilmente, voglio farne parte.





Immagini della Russia


Guarda il video: LA CALUNNIA di Sandro Botticelli - I SIMBOLI NELLARTE (Gennaio 2022).