Dipinti

Descrizione del dipinto di Raffaello "La Madonna Sistina"

Descrizione del dipinto di Raffaello


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'immagine raffigura una donna con un bambino, ma questa non è solo una donna, questa è una vergine che tiene in braccio un bambino benedetto. Il suo aspetto gentile e allo stesso tempo triste sembra conoscere ciò che un futuro ingrato attende suo figlio. Al contrario, il bambino è pieno di vita, forza ed energia, che si vede chiaramente nella sua costituzione.

La madre tiene tremendamente e delicatamente suo figlio tra le sue braccia, spingendo il suo corpo nudo più vicino a se stessa, come se cercasse di proteggerlo da tutti i problemi che la vita ci porta. Nella foto, una donna è raffigurata in piedi in cielo, poiché è stata lei a dare alla luce il Salvatore, portando la Benedizione nelle terre dei peccatori.

A prima vista, l'immagine è semplice e comprensibile, ma Raphael ha sempre investito di più nel significato dell'immagine di quanto non potesse realizzare il semplice, non iniziato nei segreti delle meraviglie della pittura. Gli spettatori possono indugiare a lungo di fronte a questa immagine, ammirando il bel viso della madre e la mente ancora abbastanza infantile, ma già offuscata, del viso del bambino.

La loro integrità sembra dirci che la loro missione sulla terra è solo all'inizio e che i destini preparati dal destino enfatizzeranno solo il significato delle loro azioni. Questo è un bambino Divino, presentato al mondo, o forse sacrificato, per mostrare che tutto nasce allo stesso modo, che le persone sono figli del Signore, ma solo perseguendo giusti obiettivi, puoi trovare il tuo posto tra le nuvole bianche.

La Madonna Sistina è un capolavoro, perché combina fenomeni incongrui, come un corpo umano mortale e la sacralità dello spirito, come inerente alla gente comune, la nascita dei bambini e l'espiazione dei peccati uccidendo.

Tutto è confuso, tutto litiga l'uno con l'altro, ma allo stesso tempo si integra l'un l'altro. Senza un corpo, sarebbe impossibile ritrarre una donna che ha presentato il Divino Bambino al mondo, senza uno spirito non c'è vita nel corpo, senza l'apparenza naturale di un bambino, come capirebbero le persone che dalla nascita possono anche intraprendere il cammino giusto, come senza diventare espiazione perché il peccato diventi senza peccato.

Così tante emozioni si adattano su una tela, così tante menti e pensieri umani caddero sul letto della conoscenza della verità, ma solo l'autore stesso può dire con sicurezza e senza finzione esattamente ciò che aveva in mente, combinando cose incompatibili.





Descrizioni di violino


Guarda il video: Raffaello raccontato da Federico Zeri (Potrebbe 2022).