Dipinti

Descrizione del dipinto di Ilya Repin “Didn't Wait”

Descrizione del dipinto di Ilya Repin “Didn't Wait”


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Questo dipinto raffigura l'inaspettato ritorno di un rivoluzionario esiliato. L'artista ha cercato di comunicare la pausa che si è creata tra gli arrivi e la famiglia.

Ciò che conta non è tanto il momento dell'apparenza quanto il momento della sorpresa, che è accaduto con molta precisione per trasmettere sulla tela. Questa pausa è così ben sottolineata che, in silenzio silenzioso, la famiglia semplicemente non crede ai loro occhi. Questo stato di shock e fede si sono fusi insieme, sottolineando l'importanza di questo fuggitivo per coloro che lo amano.

Tutti sanno chiaramente cosa succederà dopo, tuttavia, l'autore ha deciso di lasciare la presentazione di queste emozioni a ciascuno individualmente. Nello sguardo del prigioniero si può considerare la tristezza e la fatica, una richiesta di accettazione e perdono, una preghiera per la condiscendenza e il pentimento.

Una donna anziana, essendosi alzata per incontrarsi, scruta il nuovo arrivato, cercando caratteristiche e voci familiari al suo dolore, parenti di suo figlio. Continuando a non credere a un miracolo e a non rinunciare alla speranza, una donna con la mano tremante cerca il sostegno dietro la sedia. Vestita a lutto, una donna seppellì mentalmente suo figlio, ma nella sua anima cessò di credere.

Sebbene la donna sia visibile da dietro, ciò non impedisce di capire come il dolore l'abbia cambiata: i capelli grigi con uno scorcio di capelli bianchi, una figura leggermente infossata, le spalle cadenti e la vecchiaia prematura.

Gli altri presenti nella foto sono anche membri della famiglia, tuttavia, questa è già la famiglia degli esiliati: sua moglie e i suoi figli, che, non nascondendo il loro entusiasmo e la loro speranza, si preparano a scoppiare a piangere, non credendo nel ritorno della persona amata. La paura della bambina era chiaramente espressa e, colto da un senso di gioia, il ragazzo stava per gettarsi sul collo di suo padre.

L'immagine della moglie ci mostra una vera storia dei sentimenti e della vita passata dell'eroe. La donna è raffigurata pallida, sfinita, confusa e spaventata, ma allo stesso tempo gioiosa.

Per distinguere chiaramente tra l'esiliato e il resto della famiglia, l'artista lo ha ritratto come una figura più scura, che, sullo sfondo del comfort domestico, il corso familiare della vita, esplode come un vento freddo nei giorni di maggio. Ma allo stesso tempo, l'esiliato non è sicuro se la sua famiglia accetterà ora che è diventato un fuggitivo e un condannato, se capirà le sue motivazioni, il che lo ha spinto ad andare contro tutti.

Pertanto, il nuovo arrivato si trova nel mezzo della stanza, non osando fare un passo né in casa né in strada. C'è speranza in esso.





Descrizione Dipinti Take Snow Town Surikov


Guarda il video: Ilya Repin #4 Last period. Russias Silver Age. Etapas finales. Edad de plata rusaEnglu0026 Españ (Potrebbe 2022).