Dipinti

Descrizione del dipinto di Vincent Van Gogh “Barche in mare”


La tela "Boats at Sea" è stata scritta dall'eccezionale artista del XIX secolo Vincent Van Gogh nel 1888. Attualmente, questo straordinario dipinto, dipinto ad olio nello stile tradizionale dell'autore, è conservato nel Museo Statale di Belle Arti che prende il nome da Alexander Sergeyevich Pushkin.

Il lavoro è stato svolto con la tecnica dell'impasto, la ricca trama dell'immagine consente al suo autore di trasmettere agli osservatori il significato criptato nella tela ancora più luminoso ed espressivo.

L'immagine mostra un semplice paesaggio marino. In primo piano, l'artista posiziona onde enormi, frizzanti e ribelli che si alzano costantemente sopra la superficie dell'acqua. Ciò suggerisce che la tela raffigura non solo una tempesta e una tempesta, ma influenza anche l'umore degli osservatori, irradiando ansia e nervosismo. Ciò contribuisce alla combinazione di colori contrastanti, che è selezionata per l'immagine dell'acqua travagliata.

Van Gogh presenta onde impetuose in spessi tratti grigio-blu, piombo, verdastri, verde oliva e ambra. Questo pezzo occupa il più grande spazio di tela. Simboleggia un periodo sfavorevole nella vita di un maestro, difficilmente possiamo sentire i suoi gravi dubbi e vagabondaggi.

Diverse barche con le vele sono scritte sulla tela, si spostano agevolmente verso l'orizzonte tra il cielo perlato e la superficie lavanda dell'acqua. Come stormi di uccelli, queste macchine di legno superano facilmente gli spazi acquatici in un sistema invisibile. Sembra che siano tutti diretti a un certo punto. Questa disposizione dà ragione a suggerire che l'artista ha voluto dimostrare che, nonostante tutte le difficoltà della vita, continua a raggiungere l'obiettivo prefissato.

In questo caso, piccole imbarcazioni personificano fasi o passi verso il raggiungimento di questo punto indicato invisibile e desiderato, nascosto da qualche parte oltre l'orizzonte.





Pittura di Guernica Picasso


Guarda il video: La Gioconda - Leonardo Da Vinci (Gennaio 2022).