Dipinti

Descrizione dell'immagine di Peter Bruegel "Harvest"

Descrizione dell'immagine di Peter Bruegel


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La tela, scritta dall'artista olandese Peter Bruegel nel 1565, si trova al Metropolitan Museum of Art di New York. Gli storici dell'arte attribuiscono il dipinto alla serie "Stagioni", che consiste in diverse tele, scritte dall'autore secondo i dodici mesi. "Raccolto" si riferisce al mese di agosto, quando i contadini vanno in un campo di grano per raccogliere un ricco raccolto di grano.

L'autore porta gli osservatori in una calda giornata estiva per raccogliere piante, i mietitori lavorano duramente con le falci, hanno ancora molto lavoro da fare. Vediamo diversi covoni raccolti, che sono ordinatamente impilati vicino agli alberi, ma l'erba non finisce qui. Di fronte a loro c'è un intero campo di grano che cresce su una collina, da lì si apre una vista pittoresca. I contadini al lavoro possono guardare le distanti distese bagnate dalle onde del mare grigio-blu. L'erba è cresciuta così tanto che anche a volte i contadini stessi non possono essere discerniti normalmente. Possiamo vedere sagome oscure e parti di corpi rannicchiati al lavoro.

Uno spettacolo curioso si dispiega in primo piano. Un gruppo di contadini si sta aprendo davanti ai nostri occhi. I duri lavoratori, stanchi del lavoro faticoso e del sole cocente, si sedettero a riposare sotto l'olivo. Alcuni riposano e pranzano, altri guardano attentamente in lontananza, ammirando la natura dalla collina. È evidente che tutti soffrono di un sole spietato, alcuni intelligenti pieni di cappelli di paglia, e il resto deve girare la testa nuda sotto i raggi caldi.

L'artista ha dipinto un'immagine con tonalità calde, anche pastello e calde. Vediamo molti tratti di sabbia, marrone dorato, verdastro, lino, pesca, zafferano e mandarino.





Foto di Tachanka Grekova


Guarda il video: PYTHON IN QUARANTENA 011 - Riconosciamo gli animali allinterno dellimmagine. (Potrebbe 2022).