Dipinti

Descrizione del dipinto di Alexei Savrasov "Verso la fine dell'estate, sul Volga"

Descrizione del dipinto di Alexei Savrasov


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La natura del Volga è una natura del nord speciale. Bene, in ogni caso, quei luoghi che Savrasov rappresentava sulle sue tele sono solo il nord della Russia centrale, cioè Yaroslavl e i territori più vicini a questa città. E l'estate qui è speciale: può anche essere piovosa, ma può essere calda e persino soffocare. Qui su questa tela, l'artista ha raffigurato un campo già raccolto. I mucchi di fieno sono già stati accatastati e gli uccelli sul campo stanno beccando ciò che i contadini non hanno rimosso.

Un villaggio è visibile in lontananza e un mulino sorge nelle vicinanze. La stagione della sofferenza è finita, il che significa che puoi rilassarti un po '. Gestito per la raccolta prima del tempo. E il fatto che pioverà sulla tela è evidente - le nuvole sono dolorosamente fragorose. Agosto è stato generalmente considerato un precursore dell'autunno sin dai tempi antichi, sebbene sia venerato come un mese estivo. Ma se ricordi la storia, fu a settembre che fu celebrato il nuovo anno, almeno fino al 1699, com'era. E poi agosto è stato solo il mese autunnale.

Sulla tela, tuttavia, il posto principale è dato al cielo. È spiegato in dettaglio. Nuvole di diverse tonalità e blu dietro di loro. E tre covoni di fieno in primo piano mostrano quanto è andata bene la spazzatura di raccolta, i covoni di fieno sono in pila. E un po 'di lato puoi vedere la madre Volga, l'infermiera della Russia, con le sue acque che, più vicine alla costa, sembrano blu-grigie e in lontananza blu.

Da quanti anni scorre il fiume, ma non smette di stupire con la sua imponenza e il suo carattere ribelle. Può sembrare un'acqua profonda, ma può diventare un po 'superficiale. In precedenza, molti contadini cercavano di stabilirsi più vicini all'acqua: ci sono lavori e vengono annaffiati i campi. Ma a causa della loro ostilità spesso tra i contadini, il raccolto perì da un'alluvione o da siccità, superficialità. Ora abbiamo tecnologie moderne e ci salvano in caso di alluvione, ma poi è stato un vero disastro naturale e non tutti hanno ricevuto la salvezza.

Savrasov descrisse il momento in cui il raccolto fu terminato e la natura emise un sospiro di sollievo: le persone riuscirono a rimuovere tutto ciò che era stato costruito.





Van Gogh Autoritratti


Guarda il video: Da Rasputin al massacro dei Romanov. La rivoluzione russa raccontata da Ezio Mauro (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Joel

    Cosa utile

  2. Sabih

    Credo che ci sia sempre una possibilità.

  3. Camden

    Ben fatto, la tua frase è semplicemente eccellente

  4. Lairgnen

    Posso suggerire di venire su un sito, con una grande quantità di articoli su un tema che ti interessa.



Scrivi un messaggio