Dipinti

Descrizione del dipinto di Ilya Repin "Autoimmolazione di Gogol"

Descrizione del dipinto di Ilya Repin


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il dipinto di Repin "L'auto-immolazione di Gogol" è stato dipinto dal grande artista nel 1909. La tela suscitò molte critiche, dal momento che molti consideravano questa immagine di Gogol errata e persino una presa in giro della famosa mente dello scrittore. Ma il titolo non aveva nulla a che fare con la speculazione della critica e la trama stessa non aveva un'immagine.

L'artista raffigura due persone nella foto: un uomo tormentato da tormenti mentali e apparentemente fisici, che è sdraiato, disteso su una poltrona accanto al camino e al suo medico, o un servo. Il volto del primo personaggio nella foto è sfigurato da un dolore lancinante, ma i suoi occhi brillano con la speranza che la fiamma che lo divora dall'interno diventerà purificatrice e condurrà alle porte del Paradiso.

La figura di una persona chiede al Signore il permesso di fermare la sofferenza che lo ha colpito e di portargliela. I suoi vestiti sono spiegazzati, il colletto della camicia è strappato, tiene in mano pezzi di carta - questo è Gogol stesso, e molto probabilmente questo è il manoscritto della seconda parte di Dead Souls, che è stato bruciato dallo scrittore perché sembrava insufficientemente significativo e di successo.

La seconda persona, che si trova nella stanza, si trova all'ombra dell'idea di Repin, cerca di alleviare la sofferenza del paziente, che è facile notare dal modo in cui prende con cura e persino riverentemente la sua mano.

Il medico o il servo persuade Gogol ad andare a letto, illuminato dalla luce della luna e del camino, ma il paziente rifiuta, non ha più bisogno di questo caminetto acceso, né lenzuola bianche come la neve, né il dottore, è pronto a incontrare il Salvatore e alza lo sguardo per non perdere questo momento incontro.

L'artista costringe lo spettatore a cercare e cercare qualcosa che eccitasse Gogol, gioca nell'ombra, disegna un camino, una lussuosa sedia su cui poggia il corpo del paziente, il secondo personaggio, un letto e persino due finestre, con l'aiuto del quale rende la stanza ancora più scura.

L'immagine è piena di dolore e sofferenza, ma, tuttavia, è maestosa e bella, quanto è bella la determinazione stessa a rinunciare a ogni vanità mondana e andare verso qualcosa di più grande, l'occhio invisibile di una persona semplice.





Monet the Frog


Guarda il video: Peredwischniki - Opulente Schau des russischen Alltags des vorigen Jahrhunderts (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Murtagh

    Mi scuso, ma questa opzione non era adatta a me.

  2. Arnott

    La frase ineguagliabile, molto è piacevole per me :)

  3. Kasida

    Strano come

  4. Allyn

    È bello sapere che ci sono davvero blog utili rimasti in questa bidone della valutazione di Yasha. Il tuo è uno di quelli. Grazie!



Scrivi un messaggio