Dipinti

Descrizione del dipinto di Arkhip Kuindzhi “Elbrus in the evening”


I paesaggi del famoso artista russo Arkhip Kuindzhi possono essere immediatamente indovinati da una certa stilizzazione, scorrevolezza, isolamento delle immagini rappresentate. È nota un'intera serie di numerose vedute della cima di Elbrus: "Elbrus nel pomeriggio", "Elbrus la sera".

Kuindzhi, come molti altri impressionisti, ha cercato di rappresentare i più piccoli cambiamenti nello stato dell'aria e della natura in diversi momenti della giornata (come la serie della cattedrale di Rouen a Claude Monet). La serie nacque quando, nel 1890, Kuindzhi visitò il Caucaso. Era felice con le montagne! E in ogni lavoro ha cercato di utilizzare varie tecniche e tecniche di visualizzazione.

Sebbene non sia affatto un approccio impressionista a svolgere qui il ruolo principale, l'obiettivo dell'artista è trovare e creare un'immagine ideale e potente della natura, collegata al mondo intero attraverso l'armonia.

Il picco Elbrus di Kuindzhi è così collegato al cielo, come se fossero collegati insieme. Come si è scoperto in futuro, un approccio così sacro esoterico e, in generale, la serie "montagna" del maestro hanno fortemente influenzato Nicholas Roerich che ha studiato con lui - coloro che hanno familiarità con il lavoro di Roerich troveranno immediatamente dei parallelismi.

Elbrus, la vetta del Caucaso, brucia letteralmente e brucia, illuminata dallo splendore del sole al tramonto. Ombre lisce e fredde appannano i piedi della montagna .. Un cielo verde-arancio, nuvole lilla, che riflettono anche i raggi rosa tenui.

Per gli ultimi istanti, il sole emette raggi sulle cime delle vicine montagne e colline in primo piano, stanno iniziando a sbiadire lentamente. Vediamo come la terra si sta oscurando, ma in alcune aree è ancora possibile vedere i riflessi del cielo infuocato.





Immagine di Tachanka Greeks


Guarda il video: Get creative by shooting a landscape timelapse road trip part 3 (Gennaio 2022).