Dipinti

Descrizione del dipinto Vecellio Tiziano "Bacchanalia"

Descrizione del dipinto Vecellio Tiziano



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Tiziano visse e lavorò in un'epoca in cui qualsiasi manifestazione dell'essere umano nell'uomo era considerata passione, qualcosa degno di una sola censura. Uno stile di vita ascetico è stato costruito su un podio di santità: rinuncia a tutto, bevi acqua e mangia pane secco, non guardare belle donne, prega, pentiti e sarai salvato. Nega te stesso in tutto ciò che è naturale. Chiuditi nella gabbia dell'astinenza. Se non lo vuoi, ti condanneranno.

Il Bacchanalia, scritto in quel momento, sembra un'obiezione strana, impossibile a tutto il sistema stabilito. In esso, l'artista non si propone di mostrare quanto sia disgustosa una persona e quanto sia peccaminosa la sua natura - al contrario, usa colori freschi e luminosi, riempie il cielo di bianco e azzurro, crea nello spirito di antiche sculture, come se ricordasse gli dei greci - sempre allegro, sempre ubriaco vivo e umano in tutto.

Le persone nella foto non causano disgusto e il desiderio di anatemizzare. Al contrario, sono belli nella loro naturalezza. Cantano e bevono, ballano e ridono. Su una collina in lontananza un vecchio prende il sole. Una ragazza si allunga, allontanando un pisolino. Un bambino, non prestando attenzione agli adulti, allevia un piccolo bisogno. Divertimento e risate, gioia e libertà: questo è ciò che si vede in Bacchanalia. È permeato dall'assenza del concetto stesso di peccato. Mostra che tutto ciò che è naturale non può essere brutto.

Quindi gli animali non sono timidi della loro nudità. Quindi gli dei bevono e versano sangue, senza considerarlo vergognoso e peccaminoso.

L'uomo, d'altra parte, è un incrocio tra una bestia e un dio, e nella foto di Tiziano questo si manifesta in tutta la sua gloria. Un riposo beato, un'uscita da una gabbia di colpa imposta da una chiesa per tutto, un momento che rimarrà nella memoria e lo riscalderà anche quando passa. L'inno per un momento, il canto della divinità dimenticata della natura - questo è ciò che è Bacchanalia.





Composizione secondo l'immagine di Grabar febbraio azzurro


Guarda il video: COME SI LEGGE UNOPERA DARTE (Agosto 2022).