Dipinti

Descrizione del dipinto di Eugene Delacroix “Ritratto di Paganini”

Descrizione del dipinto di Eugene Delacroix “Ritratto di Paganini”


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Un grande musicista che ha saputo gestire perfettamente il suo strumento. Dissero persino che era collegato al diavolo, perché nessuno sapeva suonare il violino, come lui.

È stato anche il caso che sia riuscito a suonare su una corda. Questo perché tutte le corde per il concerto sono esplose, ma l'esibizione ha dovuto continuare in qualche modo, e ha continuato a suonare su una corda.

Esternamente, Paganini non era carino, neppure brutto e molti lo notarono. E a proposito, il suo aspetto ha anche aggiunto vantaggi all'opinione che sia amico di Satana. Ma la magia dell'arte ha attirato molti fan su di lui e la sua popolarità è stata enorme. Ma quando è morto, si sono dimenticati di lui e non gli hanno nemmeno permesso di seppellirlo.

Per circa diversi anni, la bara con il suo corpo ha viaggiato in Europa, i sacerdoti non hanno permesso al corpo di essere sepolto solo perché lo consideravano un diabolico scagnozzo. Wildness! Ma ha funzionato ed è stato possibile seppellirlo quattro o cinque anni dopo la morte del musicista. E questo è stato fatto con grandi riserve e non così pomposo come avrebbe potuto essere se la sua reputazione fosse diversa.

Delacroix, conoscendo il musicista, un giorno lo persuase a posare. Ha accettato, ma non per molto. Così ha dipinto la sua faccia dalla memoria. Inoltre, è riuscito a disegnare la sua faccia durante il requiem, o meglio a finire. Paganini suonava spesso il violino, chiudendo gli occhi, come se estraesse suoni dall'anima. Questo è ciò che l'artista ha raffigurato e ha inavvertitamente sottolineato un difetto: il musicista era leggermente zoppo. Pertanto, la posa dei Paganini sulla tela non è affatto uniforme.

L'immagine stessa è cupa, quasi tutta nera, fatta eccezione per la camicia del musicista. A proposito, camminava costantemente - in nero. E non era dalla mancanza di soldi per altri vestiti, ma era la fiducia che il colore nero nasconde tutti i suoi difetti.

Comunque sia, ma l'artista è riuscito a trasmettere sia la genialità che la solitudine di Paganini. Era possibile non nascondere i suoi difetti e non esagerare con la bruttezza. Sono stato in grado di usare i colori per ascoltare il violino.





Nella foresta la sera


Guarda il video: UTO UGHI live -: Il trillo del diavolo (Potrebbe 2022).