Dipinti

Descrizione del dipinto di Rafael Santi “Madonna di Foligno”

Descrizione del dipinto di Rafael Santi “Madonna di Foligno”


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Una volta nella città di Foligno, un fulmine ha colpito vicino alla casa di un uomo ricco, ma nessuno è rimasto ferito, nulla è stato carbonizzato e nemmeno un incendio è accaduto. In ricordo di questo straordinario evento, un uomo - il suo nome era de Copney - ordinò a Rafael un'icona della Madre di Dio, che lo avrebbe aiutato a non dimenticare mai quanto una volta fosse vicino a morire e quanto lontano in quel momento fosse da Dio, pentimento e assenza peccati.

E Raphael si mise al lavoro. Durante la sua vita dipinse molte icone, e molto spesso queste erano icone della Vergine. Le sue opere più famose - "La Madonna Sistina" - e "Madonna di Foligno" sono chiamate la rottura della penna, il precursore della famosa icona.

Al centro di tutto, ovviamente, c'è la Madonna - con un bambino in braccio, si libra in aria, circondata da cherubini e nuvole contro un cerchio dorato, a simboleggiare la sua santità. Il suo viso è buono. La posa è rilassata. Di seguito ci sono persone che ascoltano il suo aspetto.

Sul loro volto riverenza, sfiducia, estasi religiosa, de Kopney si inginocchia, le mani giunte in preghiera piegate davanti al suo petto. Dietro, proprio all'orizzonte, una piccola città. Questa è Foligno, con i suoi vigneti, case basse, cani birichini, gente calma e onesta. Una scia ardente si estende attraverso il cielo sopra di esso: quel meteorite, quel lampo, quel fenomeno celeste, in onore della cui salvezza è stata ordinata l'icona. Si estende attraverso il cielo, attraversandolo con un arco dorato.

Eseguita da "Madonna di Foligno" nello stile generale adottato durante il Rinascimento. Una sorta di morbido realismo, completamente diverso dai canoni dell'iconografia ortodossa. Qui le persone sono solo persone, e nella Madre di Dio e in Cristo stesso c'è qualcosa di umano, sebbene combinato con il divino. Ricorda che non è solo Dio, ma Dio, che è disceso sulla terra in un corpo umano per espiare i peccati altrui attraverso la sofferenza.





Aivazovsky Black Sea Descrizione Pictures


Guarda il video: Raffaello - La scuola di Atene (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Idomeneus

    Grazie per queste informazioni, ma oso aggiungere alcune critiche, mi sembra che l'autore lo abbia esagerato con la presentazione dei fatti e l'articolo si è rivelato piuttosto accademico e asciutto.

  2. Doutilar

    Ascolta, non passiamo più tempo a farlo.

  3. Nikolaus

    Mi congratulo, a proposito, questo pensiero si verifica

  4. Yozshukora

    Il fatto che non tornerai. Ciò che è fatto è fatto.

  5. Kelleher

    Questo magnifico pensiero, a proposito, cade

  6. Arnatt

    il messaggio straordinario



Scrivi un messaggio