Dipinti

Descrizione del dipinto di Nicholas Roerich "Zvenigorod"

Descrizione del dipinto di Nicholas Roerich


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Roerich era una persona molto versatile: artista, scrittore, viaggiatore, archeologo, visse una lunga vita e dipinse circa 7000 dipinti, molti dei quali sono famosi e conservati nei musei.

"Zvenigorod" è un'immagine strettamente connessa con la sua vita e la sua convinzione che Altai è il posto migliore per una persona, alta e pulita, e che è lì che si può vivere una vita reale e costruire una città utopica. Roerich ha fatto questo sogno per molti anni - ha scritto di lei in lettere, ha raccontato di lei alla sua famiglia. La terra promessa, una città dove non ci saranno indigenti e offesi: la città di Zvenigorod, che diventerà un paradiso per le persone di arte, scienza e religione.

Il dipinto mostra un tempio bianco con una cupola coronata da una croce. Nelle finestre della campana, puoi vedere le campane, sul muro: l'icona della Madre di Dio, e i santi escono dalle porte del tempio.

Le loro teste sono circondate dallo splendore dei nimbus, tutti in abiti lunghi e con facce pacificate. I primi due portano la città sotto le cupole dorate - Zvenigorod, già concepito da loro, che rimane solo per essere abbassato a terra in modo che la gente possa costruirla. Questa è sia una designazione, sia un'autorizzazione e un comando.

E dietro il tempio si innalzano le montagne - basse, annegando in una foschia blu. Questo è Altai e allo stesso tempo il paradiso, perché dov'è ancora più vicino al cielo che in montagna? Sulla destra puoi vedere la città, ei cieli sono sparsi sul tempio celeste con azzurro splendente, nel colore più puro.

In questa immagine il sogno di Roerich si è avverato, la sua speranza che un giorno esisterà Zvenigorod. Sembra un'icona, nella sua imitazione dei canoni della pittura icona ortodossa, nei suoi fiori che brilla di una luce soprannaturale, nel suo alone sopra le teste dei santi e le loro facce.

È un sogno e allo stesso tempo una preghiera. Osservandola con tutto il cuore voglio che questa città esista ancora, e che i templi che brillano di cupole dorate si stagliano sopra di essa. Perché il desiderio non può essere diviso tale forza.





Pittura Nesterov Sergio di Radonezh


Guarda il video: ITALIAN ALLSTARS 4 LIFE - MA IL CIELO È SEMPRE BLU OFFICIAL VIDEO (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Mazukus

    Tra noi parlando, ti consiglio di provare a guardare in Google.com

  2. Heber

    Something at me personal messages do not send, a mistake what that

  3. Lonzo

    Creare un blog come il tuo, ovviamente, ha impiegato molto tempo. Ho già intrapreso questo lavoro molte volte, ho persino acquistato un posto per il posizionamento, ma con popolarità. Non come si è rivelato, ma come posso vedere, stai crescendo normalmente dalla visita alla visita. Non importa, scoprirò tutto per ora, e poi ti supererò anche nel feed! Buona fortuna, ci incontreremo di nuovo!

  4. Litton

    per leggerlo da che cosa

  5. Shelley

    Posso parlare molto su questo tema.

  6. Nihal

    Che cos'è per te una testa è arrivata?

  7. Fenrishura

    Questa è la risposta preziosa



Scrivi un messaggio