Dipinti

Descrizione del monumento a Vera Mukhina “Operaio e fattoria collettiva”

Descrizione del monumento a Vera Mukhina “Operaio e fattoria collettiva”


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

"Worker and Collective Farm Girl" è la personificazione del periodo sovietico della storia, dei suoi ideali e orientamento sociale. Il monumento è composto da due figure - ragazze e giovani che detengono simboli del potere proletario sulla testa - una falce e un martello. La scultura è al primo posto nella storia dell'arte monumentale del paese dei Soviet ed è "nativa" per gli abitanti dell'ex Unione Sovietica.

Il famoso architetto Boris Iofan, ispirandosi alle straordinarie sculture dell'antica Grecia e di Roma, sviluppò il concetto di creare un tale monumento, ma con un fascino "sovietico". Nel 1936 fu organizzato un concorso per il miglior design delle statue. Tra le opere di talentuosi scultori, è stato evidenziato uno schizzo di Vera Mukhina, che incarnava l'idea di un monumento grandioso.

Inizialmente, fu creato un modello ridotto del monumento con un'altezza di 1,6 m di gesso, che durante la costruzione prevedeva di aumentare di 15 volte il campione. La costruzione del monumento ebbe luogo nello stabilimento di costruzione di macchine e lavorazione dei metalli con il coinvolgimento di un numero enorme di lavoratori. Per la prima volta, per il monumento è stato utilizzato un nuovo materiale: l'acciaio inossidabile.

Poiché la statua era voluminosa, per ogni dettaglio venivano costruiti motivi in ​​legno, che venivano usati come cornice per le lamiere di acciaio. Per collegare gli elementi della statua, fu tentata un'innovazione di quel tempo: la tecnologia di saldatura elettrica. Sono stati spesi 3,5 mesi per la creazione del monumento e il lavoro ingombrante è stato interamente ripagato. Nonostante le difficoltà di trasporto del gigantesco monumento, nel 1937 fu portato a Parigi e degnamente presentato l'arte monumentale dell'Unione Sovietica.

Quando la scultura fu restituita alla sua terra natale, la questione di collocare la statua rimase aperta per molto tempo. Dopo la ricostruzione, il monumento "Operaio e fattoria collettiva" è stato installato su un piedistallo di 11 metri e collocato all'ingresso nord dell'Esposizione agricola all-union - VDNH. L'immagine del monumento era così ben progettata che presto lo studio cinematografico sovietico Mosfilm iniziò a usarlo come emblema.





Assenzio foto amante


Guarda il video: Mass media fabbrica di sogni e menzogne. GIULIETTO CHIESA lo sosteneva già nel 2010. (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Yoll

    Quali sono le parole giuste... l'idea fenomenale e geniale

  2. Nafiens

    Lo capisco bene. Posso aiutare con la decisione delle domande.

  3. Mountakaber

    Sarò libero - scriverò sicuramente quello che penso su questo problema.

  4. Riyad

    Bravo, idea notevole

  5. Naim

    Secondo me qualcuno qui è ossessionato



Scrivi un messaggio