Dipinti

Descrizione del ritratto di Vincent Van Gogh Autoritratto con orecchio e tubo tagliati

Descrizione del ritratto di Vincent Van Gogh Autoritratto con orecchio e tubo tagliati


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il nome di Van Gogh è spesso associato a persone di arte lontana, con il fatto della sua biografia che una volta gli tagliava l'orecchio. Per alcuni, questo provoca risate, per qualcuno disgustato, per alcune persone incomprensioni, ma di solito non va oltre questi sentimenti. In effetti, la storia è piuttosto degna di simpatia che di censura.

Van Gogh non era famoso durante la sua vita. Non era nemmeno famoso - per tutto il tempo è riuscito a vendere solo una foto. Stava implorando, è stato perseguitato, credendo di essere pazzo - dopo tutto, ha continuato a dipingere, invece di trovarsi un lavoro “normale” e “decente per un uomo” - gli è capitato di morire di fame, comprare vernice invece di cibo.

Una vita piena di difficoltà, nel tempo, lo ha portato alla vera follia. A quel tempo, il suo amico, anche lui artista, era in visita a Gauguin, e per caso litigarono. Van Gogh cadde in una rivolta, afferrò un rasoio e quando un amico spaventato lo lasciò, si tagliò il lobo dell'orecchio. Ciò che lo ha spinto a questo - nessuno lo saprà, molto probabilmente la follia che doveva essere diretta almeno da qualche parte.

"Autoritratto con un orecchio tagliato" è stato scritto qualche tempo dopo (probabilmente non troppo) dopo questi eventi spiacevoli. Su di esso, Van Gogh ancora con una benda, con una pipa tra i denti, su uno sfondo rosso-arancione, creando un'impressione spiacevole e schiacciante. Indossa un cappotto, un caldo cappello di pelliccia invernale, una pipa tra i denti che emana fumo - quello disegnato a forma di spirali e anelli.

Gli occhi dell'artista sono leggermente falciati, i loro occhi sono sfocati e sembra tutto come una persona leggermente fuori di sé. La follia gli si avvicina, e combattendolo, dipinge, cerca di sopravvivere, ma, come tutti sappiamo, non ci riuscirà e si suiciderà.

"Un autoritratto con un orecchio tagliato" è come un formidabile presagio di questo evento, mostrando in anticipo quanto sia difficile combattere una parte di se stessi e quanto tragico sia perdere questa battaglia.





Ritratto di Naryshkina


Guarda il video: Vincent Van Gogh. Storia dellArte mentre #iorestoacasa (Giugno 2022).


Commenti:

  1. Mikalrajas

    Ho letto sul sito (problemi del computer) recensioni positive sulla tua risorsa. Non ci credevo nemmeno, ma ora ero convinto personalmente. Si scopre che non sono stato ingannato.

  2. Carlomagno

    Confermo. Era anche con me.

  3. Gagore

    Capisco questa domanda. Considereremo.

  4. Avinoam

    Hai torto. Posso dimostrarlo. Scrivi in ​​PM.

  5. Renato

    Non sono affari tuoi!



Scrivi un messaggio