Dipinti

Descrizione dell'autoritratto del dipinto di Vasily Shebuev

Descrizione dell'autoritratto del dipinto di Vasily Shebuev



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Shebuyev è un pittore russo che ha preferito l'accademismo e il classicismo di tutti gli stili, ha reso omaggio allo stile di scrittura dei classici e non ha nemmeno sperimentato il cubismo o l'impressionismo.

I temi che ha scelto per i suoi dipinti sono abbastanza tipici per questo approccio - vale a dire, scene storiche e di genere, periodicamente da deviazioni in soggetti religiosi o mitologici. I suoi dipinti sono caratterizzati da dettagli, monumentalità e portata inerenti al classicismo.

Un sacco di personaggi, diverse opere, scene separate, unite da una trama comune in un'unica tela epica - tutto ciò è normale per lui. Tuttavia, quando si tratta del suo autoritratto, Shebuyev si mette in affari con sorprendente negligenza. In effetti, il suo autoritratto è uno schizzo a matita, reso molto talentuoso e pulito, elaborato, ma ancora privo di sfondo e colore.

L'artista è raffigurato su di lui in gioventù - riccio, con una faccia lunga e stretta, con un lieve mezzo sorriso sulle labbra e un aspetto gentile, sembra uno studente che sta andando al college per una coppia e che ama sinceramente il suo lavoro.

L'impressione è migliorata da una cartella con legami: molto probabilmente, ci sono disegni al suo interno e questo tocco integra il ritratto, lo rende più voluminoso. Shebuev ha una penna stilografica nella mano destra, tiene una cartella con la sinistra e sembra frivolo, allegro, soddisfatto della vita. L'autoritratto è completamente lontano dal classicismo e dall'accademismo, che sono insiti in una parata e solennità nell'immagine di una persona.

Sul suo autoritratto, Shebuev trasmette piuttosto il proprio personaggio, cattura un'espressione significativa sul suo volto, piuttosto che sforzarsi di sembrare serio e severo. C'è qualcosa in questo da autoironia, dalla capacità di presentarsi al pubblico, non solo in abito pieno, ma anche come realmente sei.

E questo va bene, perché si scopre un ritratto dell'artista, e non una maschera vuota calma dal suo viso.





Foto di Giuseppe Arcimboldo


Guarda il video: Autoritratto - Vincent van Gogh (Agosto 2022).