Dipinti

Descrizione del dipinto di Vasily Perov “Ritratto di Dostoevskij”

Descrizione del dipinto di Vasily Perov “Ritratto di Dostoevskij”


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Ritratto creato nel 1857

La Galleria Tretyakov diede a Perov un compito responsabile: era necessario dipingere un ritratto di Dostoevsky. Molto probabilmente, le opinioni correlate sono state la causa di questo.

Perov si ispirò al compito che gli era stato assegnato. Lo scrittore gli era vicino in idee simili, così come credenze religiose. Ma il compito per l'artista non è stato facile. Fu determinato dalla personalità su larga scala dello scrittore e dalla precisione dell'artista nei confronti del suo lavoro.

Nel ritratto, Dostoevsky non ha valutato la somiglianza esteriore con la persona che è raffigurata su di lui, non il riflesso del suo carattere e della sua essenza psicologica. La cosa principale è esprimere il suo mondo spirituale.

Perov è stato in grado di creare il ritratto più convincente di Dostoevsky. Per tutte le generazioni, l'immagine dello scrittore si è semplicemente fusa con questa creazione. A quel tempo, erano in corso lavori sul romanzo "Demoni". Lo scrittore era attivamente alla ricerca di soluzioni ottimali per importanti questioni sociali. Perov è stato in grado di passare questa ricerca. Questa immagine è diventata un monumento importante di un'epoca.

Vediamo la figura dello scrittore raffigurata su uno sfondo scuro. Non esiste una combinazione di colori, poiché tutta l'attenzione è focalizzata sulla rappresentazione del mondo interiore di questo genio. Dostoevskij è raffigurato leggermente sopra e parzialmente dal lato. La testa è girata, i lineamenti del viso sono chiusi, lo sguardo è fissato da qualche parte su un punto. Tutto ciò crea la sensazione che la persona sia focalizzata. Lo scrittore si strinse le mani sul ginocchio. Questo gesto si è chiuso per la composizione. Parla di tensione interna.

Perov è stato in grado di cogliere l'attimo in cui Dostoevsky ha lavorato. Ecco perché il colore è così contenuto. Entourage è completamente assente. Non vediamo nemmeno la sedia su cui siede lo scrittore.

Il nostro sguardo è attratto dal viso, come una calamita. Ma non consideriamo il ritratto. La plastica manca di una certa energia. Puoi cogliere il movimento in cui pulsa il pensiero dello scrittore. Disegna semplicemente nelle sue profondità. L'artista è stato in grado di cogliere il momento della scoperta di una terribile verità per lo scrittore. L'immagine di Dostoevsky è permeata da una coscienza di sofferenza.





Analisi Vrubel Pattern Demon Sitting


Guarda il video: Dostoevskij e il male (Potrebbe 2022).