Dipinti

Descrizione del dipinto di Stanislav Zhukovsky "Forest Lake"

Descrizione del dipinto di Stanislav Zhukovsky


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Zhukovsky è un maestro del paesaggio e Forest Lake è una delle sue opere molto tradizionali. Il dipinto raffigura un lago della foresta, una superficie d'acqua delimitata da coste lontane. Gli alberi crescono su di loro, c'è una cabina traballante - forse la baracca di qualcuno, forse? - e sopra il lago c'è un enorme cielo blu che ricorda il mare nella sua infinità. Nuvole che vi galleggiano, cirri, luce, in cui è così piacevole cercare navi e agnelli, galleggiare su di essa e queste stesse nuvole, imitando il cielo, riflettono il lago.

Sogna anche di essere come il mare e ci sta provando molto. La superficie dell'acqua è spiegazzata dal vento, percorre increspature della luce lungo di essa, motivo per cui anche le nuvole si increspano e la loro forma cambia. La riva lontana, che consente al lago di sognare, come se fosse spostata, è delimitata da una striscia di acqua blu scuro, e non ci sono persone nell'area tranne la cabina - non una singola traccia della presenza umana.

Forse i pescatori vengono al lago. Costruiscono una tenda e per diversi giorni si trovano esclusi dalla vita del mondo. Catturano i pesci e li friggono sul rogo, bevono il chiaro di luna portato con sé, si alzano prima dell'alba, quando il miglior bocconcino è vedere come il sole si riflette nel lago e catturare i migliori pesci più grandi.

Forse a volte un cacciatore solitario viene da lui. Seduto sulla spiaggia, pulendo la pistola, nuotando o raccogliendo acqua per ubriacarsi - il lago sembra così pulito, così innocente che non sembra una cattiva idea.

Forse a volte gli amanti vengono da lui, guardano dall'altra parte, fanno falò e parlano della natura del loro amore, così come della bellezza del mondo circostante.

Bambini, raccoglitori di funghi, persone perdute: hanno tutti qualcosa da fare vicino al lago. Cattura i pesci o passeggia fino alle ginocchia nell'acqua fresca, nuota, urla intorno al quartiere ...

Nella foto, niente di tutto questo è lì. Il lago sembra ideale per un vecchio indovinello: "C'è un suono nella foresta, dove non c'è nessuno che lo ascolti?"





Sull'isola di Valaam


Guarda il video: Spring in Russian Art. 1950-1980. The Leningrad School (Potrebbe 2022).