Dipinti

Descrizione del dipinto di Tiziano Vecellio "Autoritratto"

Descrizione del dipinto di Tiziano Vecellio


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Tiziano era molto famoso durante la sua vita. Per qualche tempo è stato considerato l'artista ufficiale del suo paese, nobili signori gli hanno ordinato i suoi ritratti, ha gestito pennelli e vernici così bene che dopo la morte del suo insegnante è stato in grado di finire quei dipinti che non ha avuto tempo di.

Per tutta la sua vita, con ciascuno dei suoi dipinti, Tiziano ha glorificato il mondo quotidiano. La sua bellezza, che sta nelle piccole cose. Le sue piccole gioie che non tutti possono vedere. La sua sottile ironia, che può essere considerata in catene di eventi, e la felicità quotidiana dell'essere, che le persone spesso nascondono nella propria testa con tende e nascondono a se stesse, come qualcosa che non esiste.

Per tutta la vita ha lavorato duramente, trasferendo il mondo su tele, e ha trovato il tempo per un autoritratto solo quando era vecchio, e la sua morte era proprio dietro l'angolo. Questo ritratto è piuttosto strano e non troppo caratteristico per Tiziano. È molto scuro: lo sfondo marrone si fonde con i vestiti neri dell'artista, e solo le sue mani aperte e il viso sono davvero visibili.

Tiziano si ritrae il più realisticamente possibile, senza cercare di abbellire nulla. Il suo viso è rigato di rughe, il naso gli pende sulle labbra, gli occhi sono infossati, sembrano rigorosamente e con molta attenzione. La barba è tagliata ordinatamente, i capelli sono nascosti sotto un cappello nero e la pelle ha il colore di un vecchio albero, una tinta leggermente giallastra, anch'essa inerente alle antiche pergamene.

Di fronte all'artista non ci sono emozioni speciali. È raffigurato di profilo, guardando oltre lo spettatore, da qualche parte oltre il bordo dell'immagine. Non è gioioso e non triste - è calmo e i suoi occhi esprimono calma e calma. Come se già prevedesse la morte futura, ed è completamente pronto per questo. La vita è bella, ma per una persona abbastanza saggia la morte è solo un passo verso l'ignoto e un'avventura nuova e sorprendente.





Illustrazioni di Bilibin Tale of Tsar Saltan


Guarda il video: Vincenzo Camuccini - La morte di Giulio Cesare spiegato ai truzzi (Potrebbe 2022).