Dipinti

Descrizione del dipinto di Frans Hals “Gypsy”

Descrizione del dipinto di Frans Hals “Gypsy”



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Hals è un grande artista olandese che durante la sua vita era ancora turbolento. Il suo caso era quello in cui un genio non apprezza affatto il suo genio, ama stare in giro in taverne, addormentarsi in luoghi inaspettati e svegliarsi da un secchio d'acqua in testa, ma questo non diventa meno talentuoso o meno riverito.

Hals amava la vita, questo può essere visto sia nei suoi dipinti che nei resoconti dei testimoni oculari. Amava la sua ferocia, la sua naturalezza, le cause e le manifestazioni alla radice, non vincolate da norme morali. Adorava giocare e bere, belle donne, cibo delizioso. E amava anche le persone e non gli piacevano affatto le vecchie fiabe.

La pittura storica, i soggetti religiosi e le descrizioni dei tempi passati non gli piacevano affatto: non avevano il fuoco che bruciava in lui e lo affascinava. Ma era nelle persone, e quindi Hals era un ritrattista nato - amare le persone, saper cogliere momenti inaspettati e sorprendenti, ha scritto con uguale piacere sia ragazze che vecchi ubriachi. Sia quelli che quelli erano interessati a lui: trovare una scintilla luminosa di vita ed esprimerla su tela.

La "zingara" è caratteristica di lui, poiché è completamente privo del rigore di un ritratto accademico e dell'inerzia solenne. La mancanza di emozione, considerata una buona forma nei circoli più alti, è completamente respinta da Halsom. Scrive una zingara molto giovane, quasi una ragazza - ha i capelli neri ricci, il viso è aperto, non guarda lo spettatore, ma l'interlocutore invisibile, o litigando con lui, o ridendo di lui, o cercando di prenderlo debolmente.

Il suo nastro scarlatto è tra i capelli, le sue labbra - piene e rosse - si contorcono in una smorfia di sfiducia e ovvia provocazione. Sembra beffarda, allegra, offrendo di competere con lei, e la leggerezza del pennello, il bagliore della luce conferisce a questa espressione un ulteriore fascino. Lo sfondo dell'immagine è sfocato, ma non è necessario. Puoi sentire la vita schizzare sulla tela senza di essa.





Pittura Serebryakov a pranzo


Guarda il video: La Gioconda - Leonardo Da Vinci (Agosto 2022).